Francavilla avrà il suo Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze

Lo scorso maggio è stato approvato un nuovo regolamento che disciplina il Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze: ce ne spiega il funzionamento l’assessore Sergio Tatarano, in vista dell'imminente campagna elettorale

0

Tra qualche giorno avrà inizio la campagna elettorale per l’elezione dei membri del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze, in attuazione del Regolamento approvato all’inizio dello scorso maggio. Abbiamo incontrato l’assessore alla Pubblica Istruzione Sergio Tatarano, per farci spiegare come funziona, quali prerogative ha e in che rapporto è con il Consiglio comunale “dei grandi”. Di seguito, il testo completo del Regolamento.

*

REGOLAMENTO PER IL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE

Articolo 1È istituito nel Comune il “Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze” (successivamente CCRR) con l’obiettivo di educare alla rappresentanza democratica, al confronto ed al rispetto delle idee altrui, nonché col fine di sviluppare fin da tenera età lo spirito critico e consentire la partecipazione ed il coinvolgimento quanto più largo ed esteso delle giovani generazioni nella soluzione di questioni che attengono alla vita della città.

Articolo 2Il CCRR ha funzioni consultive e propositive da esplicare tramite pareri e richieste di informazione nei confronti del Consiglio comunale della città su temi e problemi che riguardano la complessiva attività amministrativa del paese nonché le varie esigenze ed istanze che provengono dal mondo giovanile e dalla cittadinanza in genere. Il CCRR si occupa delle materie indicate nello statuto.

Articolo 3Il CCRR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo: la sua organizzazione e le modalità di elezione sono disciplinate dal presente regolamento.

Articolo 4Le decisioni del CCRR vengono verbalizzate da un funzionario o funzionaria del Comune che assiste alla seduta e sottoposte all’Amministrazione che entro 60 giorni dalla presentazione dovrà formulare una proposta scritta circa il problema ed illustrare le modalità che si intendono seguire per le eventuali relative soluzioni.

Articolo 5Il CCRR potrà chiedere al Sindaco o alla Sindaca di Francavilla Fontana di porre all’ordine del giorno un preciso argomento per la relativa discussione.

Articolo 6Le sedute del CCRR sono pubbliche ed alle stesse viene data la massima pubblicità.

Articolo 7Possono votare ed essere eletti gli alunni e le alunne delle classi IV e V primaria nonché I, II e III della Scuola Secondaria di Primo Grado. Non è possibile candidarsi nuovamente al termine del primo mandato di consigliere o consigliera, sindaco o sindaca.

Articolo 8Il CCRR è composto da trenta studenti, con equa rappresentanza di scuola primaria e secondaria.
I quindici consiglieri e consigliere della Scuola secondaria sono eletti con modalità online da definirsi al momento della indizione della competizione e curando che sia garantita tra le candidature equa rappresentanza di genere e presenza di studenti con disabilità, qualora frequentanti i suddetti Istituti. Ogni Istituto Comprensivo dovrà eleggere cinque studenti selezionati in base al metodo d’Hondt ed ogni lista dovrà contenere un numero pari o maggiore a cinque tra candidati e candidate.
I quindici consiglieri e consigliere della scuola primaria, la cui individuazione è ripartita equamente tra i tre istituti comprensivi, sono designati nella modalità seguente: nove sono eletti direttamente dagli e dalle studenti (tre per ogni istituto); in caso di parità di voti, si procede a sorteggio pubblico; sei (due per istituto) sono sorteggiati tra tutto il corpo studentesco, salva la facoltà di ognuno ed ognuna di rinunciare allo svolgimento della suddetta carica.
Il CCRR dura in carica due anni.

Articolo 9La campagna elettorale viene svolta attraverso l’organizzazione di dibattiti ed assemblee e senza uso di materiale cartaceo. Per l’illustrazione del programma, per la quale ogni istituto conserva autonomia decisionale, è comunque consigliata la proiezione di materiale audio e video. Gli studenti e le studenti espleteranno le operazioni di voto direttamente presso gli uffici dell’Istituto di loro appartenenza, indicando il nome di un consigliere o di una consigliera. Viene eletto Sindaco/a il/la consigliere/a che nel corso della seduta di insediamento ottiene il maggior numero di preferenze.

Articolo 10Il presidente o la presidente del CCRR viene eletto nel corso della seduta d’insediamento, convocata dal Sindaco o dalla Sindaca della città, tra i consiglieri e le consigliere eletti con la votazione a maggioranza semplice; con il compito di presiedere le riunioni, convocarne le sedute, aprire e chiudere i lavori, garantire e tutelare l’esercizio effettivo delle prerogative di ogni consigliere. Le consigliere o i consiglieri che intendono intervenire ne fanno richiesta al Presidente o alla Presidente che curerà di dare la parola in base alla prenotazione e di richiamare chiunque si esprima in modo inappropriato ovvero impedisca la libera discussione. Dopo due richiami, può essere disposto l’allontanamento. Contro il provvedimento di allontanamento è ammesso ricorso.

Articolo 11Il Sindaco o la Sindaca deve presentare nel corso della prima seduta il suo programma di lavoro.

Articolo 12Il CCRR deve riunirsi almeno tre volte l’anno presso la sede comunale.

Articolo 13Nel corso del mandato si potrà provvedere alla surroga dei consiglieri o delle consigliere che si siano dimessi o siano decadute in base all’ordine di preferenza o di sorteggio.

Articolo 14L’Amministrazione comunale provvederà a prevedere annualmente lo stanziamento di fondi per il funzionamento del CCRR.

Articolo 15Il Sindaco o la Sindaca del CCRR si avvale, nello svolgimento della funzione, di un gruppo di tutoraggio costituito da:
– assessore o assessora alla Pubblica Istruzione del Comune di Francavilla Fontana o consigliere o consigliera delegato (presidente);
– un o una docente della scuola primaria di primo grado e della scuola di secondo grado.
Il gruppo è presieduto dall’Assessore o Assessora alla Pubblica Istruzione e si servirà delle strutture comunali, con particolare riferimento al settore Servizi alla Persona-Scuole, per rimuovere ogni ostacolo di carattere burocratico che possa impedire o rallentare l’attuazione delle delibere del CCRR.

Articolo 16La funzione del facilitatore o della facilitatrice è esercitata preferibilmente da un o una pedagogista indicato dall’Assessore o Assessora alla Pubblica Istruzione con competenze specifiche in dinamiche di gruppo con il compito di:
– facilitare la comprensione e le decisioni nelle riunioni del CCRR oltre che in quelle preparatorie ad esse e la comunicazione fra il CCRR e l’Amministrazione Comunale;
– aiutare il Sindaco o la Sindaca del CCRR a stendere gli ordini del giorno, a convocare le sedute, a tenere rapporti con l’Ufficio Servizi alla Persona-Scuola ed assistere alle adunanze del CCRR con le funzioni di segretario o segretaria.

Articolo 17È istituita la commissione di monitoraggio sull’esperienza del CCRR, con il compito di seguire e valutare l’impatto sul territorio. La commissione è composta dall’Assessore o Assessora alla Pubblica Istruzione, due consiglieri o consigliere comunali e quattro tra madri o padri (due per le primarie e due per le secondarie).

Articolo 18Presso ciascun plesso sarà costituita una commissione di vigilanza elettorale sulla regolarità delle procedure elettorali. La stessa sarà composta da due alunni o alunne, due tra madri e padri e un o una insegnante, con compito di nomina dei membri dei seggi elettorali (composti da uno scrutatore o una scrutatrice) e di vigilanza sul corretto svolgimento della procedura di voto. La stessa commissione avrà anche il compito di decidere su eventuali ricorsi che andranno presentati entro 24 ore dal fatto. La Commissione, nella persona dell’insegnante, ha inoltre il compito di decidere in caso di ricorsi avverso provvedimenti disposti dalla presidenza nei confronti di un consigliere o consigliera.

Articolo 19Il presente regolamento entra in vigore dalla data di esecutività dell’atto deliberativo di approvazione del Consiglio comunale di Francavilla Fontana.

*

Il presente regolamento, in applicazione della delibera di giunta n. 38 del 05.02.2019, è stato redatto nel rispetto del linguaggio non sessista e, a tale scopo, sottoposto alla revisione della Prof.ssa Giuliana Giusti, ordinaria in Glottologia e Linguistica, Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati Università Ca’ Foscari-Venezia.

Fotografia: Gabriele Fanelli
Video e montaggio: Riccardo Ruggiero
Audio: Lorenzo Zanzarella

SOSTIENI PETROLIO!

Petrolio Magazine è fatto con dedizione, su base volontaria, dai soci dell’associazione Petrolio Hub. Non è un progetto a scopo di lucro, ma se ti piace il nostro lavoro e vuoi che continui, ti chiediamo di sostenerci con una donazione. Grande o piccola, ci farà decisamente felici: è bello sapere che quello che fai è importante per qualcuno. Grazie!