Dopo il ritorno in presenza del SUPER MEGA DIRETTONE GALATTICO a Castello Imperiali ci abbiamo preso gusto. Così, dopo le Serate con Petrolio, messe da parte per la pandemia, proponiamo adesso una serie di passeggiate in giro per Francavilla. Saranno tre, e si terranno tra novembre e dicembre.

Con le nostre passeggiate vogliamo passare una mattinata o un pomeriggio insieme e, già che ci siamo, parlare della città, del suo passato e del suo futuro. Tre camminate da un’oretta ciascuna per provare a creare connessioni tra ciò che ci sembra alieno e distante nel tempo e ciò che siamo oggi.

Cominciamo sabato 6 novembre con Via San Salvatore (con Pietro Balsamo), dedicata a una delle strade più ricche di storia del nostro centro storico; continuiamo domenica 21 novembre con Cretu alli patri! (con Alessandro Rodia), per attraversare un pezzo di città vecchia che solo ora, forse, inizia a conoscere una riscoperta; e chiudiamo domenica 5 dicembre con Cose inutili, con cui andremo alla scoperta di elementi di arredo urbano caduti in disuso, eppure ancora presenti per le nostre strade.

Di seguito le tre passeggiate nel dettaglio.

Via San Salvatore. Cinquecento metri di storia infinita
Sabato 6 novembre alle 15, con Pietro Balsamo

Prima dell’omonima chiesetta, su via San Salvatore c’era un tempio pagano. In seguito sempre qui è nata la prima aggregazione di casali che ha dato vita alla città. Fino all’inizio del Novecento, su questa strada c’era tutta una serie di attività legate all’artigianato poi scomparse. E oggi? È incredibile quanta storia possa essere raccolta in così poco spazio: a raccontarcela sarà Pietro Balsamo.

Cretu alli patri! Attraverso una porta dimensionale
Domenica 21 novembre alle 11, con Alessandro Rodia

Fino a qualche anno fa dietro ai Padri Liguorini nemmeno si poteva andare, la zona aveva una brutta fama, per quanto immeritata. Ci troviamo infatti in una delle zone più antiche della città – c’è pure un palazzo a forma di nave – tuttora visitata ogni venerdì per via della chiesa di Cristo Crocifisso. Adesso, l’apertura della porticina “dimensionale” di Patres segna uno sbocco verso la periferia, creando un’inaspettata prossimità con una Francavilla più moderna. Con Alessandro Rodia andremo alla scoperta di questa parte di città tanto viva quanto nascosta.

Cose inutili. Elementi di una città aliena e dimenticata
Domenica 5 dicembre alle 11, con la redazione di Petrolio

Banchine inutilizzate, pompe di benzina abbandonate, panchine messe a casaccio nel nulla, cabine telefoniche ormai inattive… Francavilla è piena di posti, oggetti e arredi urbani cui non facciamo nemmeno più caso, e che invece stanno lì a raccontare altre epoche, anche recenti, di cui nessuno ha più memoria. Questa passeggiata serve a mappare questi posti e fotografarli prima che spariscano – ammesso che spariscano davvero.
_
Le passeggiate saranno gratuite e aperte a un massimo di 15 persone. Per informazioni e prenotazioni: 320 803 8588 (Mariateresa, via Whatsapp).

SOSTIENI PETROLIO!

Petrolio Magazine è fatto con dedizione, su base volontaria, dai soci dell’associazione Petrolio Hub. Non è un progetto a scopo di lucro, ma se ti piace il nostro lavoro e vuoi che continui, ti chiediamo di sostenerci con una donazione. Grande o piccola, ci farà decisamente felici: è bello sapere che quello che fai è importante per qualcuno. Grazie!